Il CeSMAP di Pinerolo, Centro Studi e Museo d’Arte Preistorica, è stato fondato nel 1964 per proseguire gli studi archeologici nel territorio delle Alpi Occidentali e nel Pinerolese che erano iniziati fin dal secolo precedente ad opera di studiosi dell’Accademia Reale delle Scienze di Torino.
Le direttive generali e di studio del CeSMAP furono impresse dal famoso archeologo Piero Barocelli, Direttore del Museo Nazionale Preistorico di Roma, da Carlo Carducci, Soprintendente Archeologico del Piemonte e da Diego De Castro, professore all’Università di Torino e Direttore dell’Istituto Statistico Nazionale di Roma.
L’esigenza di aprirsi ad una dimensione di studio continentale si era subito manifestata a Pinerolo, per meglio contestualizzare e capire un fenomeno caratteristico ed arcaico dell’arco alpino: l’Arte Rupestre, oggetto specifico e settore di specializzazione e di ricerca archeologica del CeSMAP. Da allora ad oggi, la competenza ed il campo d’azione del Centro pinerolese sono stati in continua espansione, sia sul territorio delle Alpi Occidentali sia nei quattro angoli del mondo; nel 1988 a Darwin in Australia ha partecipato alla fondazione della Federazione Internazionale delle Organizzazioni di Arte Rupestre, l’IFRAO, che è ora il più alto ed autorevole forum mondiale per l’Arte Rupestre e l’Archeologia Cognitiva. Il CeSMAP è stato decorato nel 1991 con EEC European Culture Award.
Nel 1995 il CeSMAP ha organizzato, sotto l’alto patronato della Presidenza della Repubblica Italiana e con gli auspici della Federazione, il primo Congresso Mondiale di Arte Rupestre IFRAO in Europa, a Torino, al Castello Reale del Valentino.

Il CeSMAP, a riconoscimento del suo grande impegno internazionale, è stato insignito del Premio Europa della Cultura e designato quale Ufficio di Rappresentanza IFRAO-UNESCO, presso la Direzione Generale di Parigi.
Il Museo di Arte Preistorica di Pinerolo possiede la più vasta collezione internazionale di Arte Rupestre, purtroppo visibile solo in piccola parte in attesa di una sua definitiva sistemazione. All’Arte Rupestre si aggiungono le collezioni archeologiche del territorio, una sezione paleoantropologica che presenta l’evoluzione fisica e culturale dell’Uomo, dagli Australopitechi fino ai Sapiens Sapiens. Inoltre, un Laboratorio Didattico consente alle scuole di ogni ordine e grado di svolgere attività guidate da educatori museali.
L’impegno del CeSMAP, Museo Civico di Archeologia e Antropologia di Pinerolo, oltre che nel campo dell’Arte Rupestre, si concretizza nella sistematica ricerca territoriale e nello scavo, in sintonia con la Soprintendenza Archeologica del Piemonte, dei siti più significativi o in situazioni di emergenza.
Le principali campagne archeologiche attuate nell’ultimo quarto di secolo hanno consentito di inquadrare le linee della dinamica del popolamento del Pinerolese fin dalla Preistoria, sebbene un immenso lavoro di scavo resti ancora da compiere in questo territorio che è caratterizzato da forte potenzialità e alta densità archeologica, cosa che era già stata prevista dagli studiosi del XIX e XX secolo anche in considerazione della notevole presenza di Arte Rupestre dell’area in questione.

Il CeSMAP pubblica “SURVEY”, una rivista internazionale annuale, diffusa in molti paesi (oltre 500 scambi con istituzioni, musei, università), i cui contenuti sono recensiti dal Centro di documentazione UNESCO-ICOM.

CeSMAP – Centro Studi e Museo d’Arte Preistorica
MUSEO CIVICO DI ARCHEOLOGIA E ANTROPOLOGIA DI PINEROLO
Viale Giolitti 1 – 10064 Pinerolo
Uffici: Via Giuseppe Brignone 9 – Pinerolo
Tel . 0121 794382 – Fax 0121 75547
Web: www.cesmap.it – e-mail: cesmap@cesmap.it
www.facebook.com/cesmap.pinerolo
Segreteria Didattica: didatticacesmap@alice.it
Ufficio Stampa e PR: ufficiostampacesmap@alice.it