ADALBERTO DONNA D’OLDENICO (1933 – 2019)
E’ stato un amico ed un collaboratore del CeSMAP per moltissimi anni.
Avendo sposato la Prof.a Anna,figlia minore del Prof. Piero Barocelli, uno dei più illustri archeologi italiani, ispiratore della costituzione del CeSMAP di Pinerolo, aveva maturato una passione per le ricerche archeologiche, svolte principalmente nella sua Valle di Lanzo. Sebbene fosse medico e primario anatomo-patologo, la sua competenza per la preistoria e per l’arte rupestre sono consacrate in numerose pubblicazioni. Fu anche amministratore pubblico per il Comune di Ceres e esponente di spicco della Società Storica delle Valli di Lanzo, fondata da suo padre Giovanni.
Fu anche Presidente, per diversi anni, dell’Assemblea Generale annuale del CeSMAP, funzione che svolgeva con competenza e signorilità.
Il CeSMAP lo ricorda con affetto e riconoscente amicizia.

////////////////////////////


BRUNO SIGNORELLI (1933 – 2019)
E’ stato Presidente della SPABA-Società Piemontese di Archeologia e Belle Arti per oltre un quarto di secolo. Studioso di storia e di architettura è stato un’autorità per l’edilizia fortificatoria. Ricordiamo volentieri le qualità morali e l’ingegno profusi, come promotore e studioso, nella valorizzazione del patrimonio storico, artistico ed architettonico del Piemonte. Grazie a lui ed ai suoi diretti collaboratori, il CeSMAP ha intessuto vari momenti collaborativi con la SPABA, il principale dei quali fu il grande Convegno, organizzato congiuntamente, svolto a Pinerolo il 15 e 16 Ottobre 1999: “Archeologia e Arte nel Pinerolese e nelle Valli Valdesi” i cui Atti, pubblicati in un ponderoso grande volume di circa 700 pagine, costituiscono una delle principali fonti di documentazione per il Pinerolese.
Il CeSMAP lo ricorda con stima e riconoscenza.

////////////////////////////////////

MARELLA CARACCIOLO DI CASTAGNETO VED. AGNELLI (1927 – 2019)
Il CeSMAP – Centro Studi e Museo d’Arte Preistorica di Pinerolo si era rivolto a Donna Marella Agnelli mentre l’istituzione stava preparando il Congresso Mondiale di Arte Rupestre che l’UNESCO gli aveva chiesto di organizzare, primo in Europa, a Torino. Il Rettore del Politecnico Prof. Zich aveva subito concesso l’intero Castello Reale del Valentino di Torino, sede della Facoltà di Architettura, per realizzare l’evento che prese il nome di IRAC NEWS95 (International Rock Art Congress North, East, West, South 1995).
A Donna Marella, attenta cultrice della bellezza e dell’arte, proponemmo di essere nominata Madrina del Congresso NEWS95, cosa che accettò con molto piacere; inoltre fu prodiga di suggerimenti per raggiungere i migliori risultati congressuali anche con l’adesione di molte personalità del mondo torinese da lei coinvolte.
Ricordiamo Donna Marella con animo grato e lieve.